chi sono?

Le immagini dicono di noi molto più di quanto pensiamo. Per esempio: usare una fotografia scaricata dal web per descriversi nel “chi sono” del sito è, come minimo, segno di sciatteria. Sarebbe come se dopo aver acquistato un portafotografie lo sistemaste sul comodino tenendo l’immagine della sconosciuta famiglia, usata come riempitivo, invece di metterci la […]

le parole degli agenti immobiliari

 Ho appena letto un articolo che parla di parole. E questo passaggio l’ho trovato utile per una riflessione: [Tanto è stato detto in merito ai meccanismi che generano il linguaggio che indichiamo con il neologismo “burocratese”, fenomeno profondo e dalle cause molto articolate. Sicuramente un ruolo lo giocano gli automatismi e i comportamenti ereditati, che allontanano […]

come raccontare le case sul web

Anche l’agente immobiliare deve fare i conti con il web, le chiacchiere nella piazza del paese (o del quartiere) si sono spostate su Facebook, ora la gente è tutta lì, quindi tocca andarcela a prendere dove sta. – Sì, va bene, ma come faccio? Ci ho provato a pubblicare le mie schede alloggi sulla pagina, ma prendo solo il like dei […]

le immagini che scegliamo parlano di noi

Della ultima campagna sul fertilyday è stato scritto già tutto, io la prendo come spunto per parlare di un argomento che mi sta a cuore: la fotografia. Dopo aver visto la pubblicità, la domanda che mi sono posta è stata: in un’epoca in cui tutti possediamo almeno una macchina fotografica, perché fare ricorso alle librerie di immagini? L’utilizzo di una immagine proveniente […]

la sottile linea rossa

La mattina del 24 agosto mi son svegliata con il giornale radio che annunciava il terremoto in centro Italia. La prima cosa che ho fatto è stata scrivere a una mia amica che vive lì, anzi, la prima cosa che ho fatto è stata guardare su google maps quanto lei fosse vicina al terremoto, ed era così vicina che ho […]

gli agenti immobiliari e la fotografia

In un mondo che parla prevalentemente per immagini, la fotografia ha assunto un ruolo forse inimmaginabile fino a pochi anni fa. I quattro motivi responsabili di questa trasformazione sono a mio avviso: 1. il passaggio da analogico a digitale 2. gli smartphone, sempre a portata di mano 3. l’economicità nella condivisione, ovvero internet che permette di inviare un’immagine a costo zero. (Vi […]