venti risposte a: me lo metti il like?

Siccome le genti non ce la fanno proprio a non chiedere il mi piace alla loro #chissenefrega pagina, e siccome i milioni di articoli in cui si spiega perché questa sia una pratica totalmente inutile non son serviti a  scoraggiare i nostri eroi, ho immaginato dieci comode risposte (che poi son diventate venti) da postare sulle loro bacheche ogni volta che: #melomettiilike? […]

due domande e un’osservazione in merito alla pubblicità su Instagram

La pubblicità su Instagram, a lungo annunciata, è arrivata (oooooh). Nel mio feed trabordante di me-ra-vi-glioseeeee vacanze nel Salento, a-do-raaaaaaa-bili micini e bicchieri di vino rigorosamente al tramonto, ecco spuntare, come funghetti trallallà, le super patinate foto di notissimi brand, accompagnate da fantastiche call to action tipo “passa il dito per vedere”. La mia prima domanda è: passa il dito per vedere? […]

per chi è pensato lo spot della Barilla?

Non si fa in tempo a chiudere l’affaire del porno parmigiano che ecco arrivare sui nostri schermi la nuova, tipo nuova, pubblicità della pasta Barilla. E datosi che le pubblicità dovrebbero calzare sul gruppo d’acquisto, ho provato a immaginare le riunioni dei creativi della Barilla: – allora ragazzi, prima di tutto disegnamo la “personas” che mangia sta pasta – va […]

Il porno parmigiano

La comunicazione per un brand è parte fondamentale del processo vitale dell’azienda. Essendo la comunicazione obbligatoriamente effettuata tra almeno due entità, chi parla, o scrive, non potrà comunicare senza un referente, uditore, o lettore, che pur se non presente dovrà essere obbligatoriamente immaginato. Tutto questo per arrivare al Parmigiano Reggiano, che era stato inserito in uno spot […]

diverso? Sì grazie!

Da quando mi interesso di pubblicità (inteso come persona seduta davanti alla tivù, non come inventore di campagne) noto un piattume infinito. E pensare che tutti gli studiosi non fanno che raccontarci di come sarebbe importante distinguersi, se non per fidelizzare il cliente, almeno per far sì che si ricordi un po’ di noi. (E pensare […]

plonto, chi palla?

Da qualche tempo le uniche telefonate che riceviamo in ufficio sono di compagnie telefoniche e/o di energia elettrica, che giornalmente ci propongono nuovi contratti definiti:  “superextramegaiperultraeccezionali… veramente!”. Lo so che loro, poveretti, lavorano, ma io, poveretta, non sto forse lavorando? No, in realtà starò cazzeggiando su qualche social network, ma resta il fatto che odio […]